Home

logo

vespa27“Mi hanno praticamente riportato alla vita”. È la testimonianza di Nicola Pilla, cinquantanovenne imprenditore di Montelongo, in provincia di Campobasso, salvato da uno shock anafilattico nella farmacia Florio della vicina Santa Croce di Magliano. L’uomo ha raccontato alla stampa locale di essere stato punto all’arcata sopraccigliare da un insetto, probabilmente una vespa, mentre chiudeva il cancello della sua azienda il pomeriggio del 9 agosto, ma di non avergli dato importanza e quindi di essersi messo in viaggio per Santa Croce, dove aveva appuntamento dal barbiere. In macchina, però, Pilla ha avvertito i sintomi della reazione allergica: “Sentivo un formicolio lungo tutto il corpo, il respiro stava diventando affannoso, avevo caldo e sudavo e mi si stava chiudendo la gola oltre a sentire uno spossamento”. Ha quindi chiesto aiuto nella farmacia dell’ex sindaco del paese Alberto Florio, dove gli è stata rilevata una pressione arteriosa 60/40 e un edema della glottide. Il titolare, consultandosi con il dottor Michele Iantomasi e assistito dalle collaboratrici Valentina e Maria Antonietta, gli ha quindi somministrato cortisone e antistaminici, fino all’arrivo di medici e infermieri del 118 che lo hanno stabilizzato. “In un’ora io sono passato dalla morte alla vita”, ha detto Pilla, sottolineando che “la presenza di presidi come le farmacie nei piccoli paesi dell’entroterra è importantissimo, perché possono davvero salvare la vita”. 

Meteo Molise